Spazio agli utenti

Gli utenti preferiscono siti in cui possono interagire: lascia spazio a loro grazie agli strumenti del web 2.0. Il tuo sito internet avra’ piu’ successo grazie al passaparola sui social network.

I vecchi siti-vetrina hanno lasciato spazio a siti interattivi, in cui l'utente ha un ruolo più attivo: può esprimere preferenze mediante sondaggi, votazioni, commenti, può inviare e ricevere messaggi tramite il sito, può non solo cercare e scegliere contenuti, ma anche condividerli, suggerirli e crearne di propri.

Grazie all’interattività del web 2.0 il navigatore non è più passivo: Internet smette di essere solo un canale broadcast di comunicazione e di informazione ma diventa anche uno strumento di espressione personale e di collaborazione a distanza.
I siti internet della tipologia web 2.0 che hanno avuto maggior successo sono social network come Facebook, YouTube, Flickr, Linkedin, MySpace... molte delle funzioni innovative che questi siti hanno ideato sono facilmente replicabili e integrabili in un sito web grazie a strumenti open source diffusi e di semplice utilizzo: editor, player multimediali, tools di condivisione, forum e blog... spesso queste funzionalità sono caratterizzate da interfaccia, facilità e velocità d’uso tali da renderle simili alle applicazioni tradizionali che gli utenti sono abituati ad installare nei propri computer.

Dotare il proprio sito di funzioni di social network significa acquisire forte valore aggiunto, pubblicità gratuita, passaparola ed effetti virali, aumento di visibilità, reputazione sul web e vendite.

Il social network favorisce la nascita di passaparola positivi, nonché di veri e propri effetti virali, che contribuiscono in modo consistente ad aumentare la notorietà del proprio sito e dei propri servizi.

Anche il posizionamento sui motori di ricerca può avvantaggiarsi da strategie che operano con strumenti social (Social Media Optimization): i nuovi aggiornamenti Google penalizzano i siti pieni di link non afferenti e non utili per il lettore, e premiano i contenuti realmente utili, aggiornati frequentemente, e i feedback degli utenti.

I segnali “sociali” acquistano sempre più importanza per i motori di ricerca. Succede con Bing (grazie alla stretta partnership con Facebook), con Google grazie al suo bottone “+1” di Google plus.